Non esiste una strada verso la felicità la felicità è la strada

giovedì 12 gennaio 2012

UN TRATTO DI VIA FRANCIGENA TRA S.GIMIGNANO E MONTERIGGIONI

Nel Fondovalle del torrente Fosci partendo da Le Grazie fino ad arrivare a Quartaia  camminando in parte sulla Via Francigena possiamo vedere alcuni gioielli di architettura romanica come la Pieve dei SS.Ippolito e Cassiano e L'Abbazia  di Coneo senza trascurare i bei porticati del santuario de Le Grazie risalente al XV secolo.

Il Porticato della Chiese de Le Grazie

Ponte sul torrente Fosci

La Pieve dei Santi Ippolito e Cassiano era già esistente nel X secolo e originariamente aveva una struttura basilicale con copertura in legno.La struttura attuale invece è frutto di svariati interventi di epoca medioevale 



La Via Francigena
                     
Ancora la Francigena nei boschi presso il Timignano

La Chiesa di S.Donato a Quartaia




Veduta dall'Abbazia a Coneo


Abbazia di Coneo
L'Abbazia di S.Maria Assunta a Coneo fu fondata dai Monaci Vallombrosani agli inizi del XII secolo,in stile romanico,ha una pianta a croce latina caratteristica degli edifici vallombrosiani ed una cupola a spicchi che forma all'interno una configurazione ottagonale. Nella costruzione sono presenti alcuni elementi pre-romanici con numerose mensolette esterne a forma di animali fantastici.







3 commenti:

Il poeta sulle 23 ha detto...

Oggi nei panni del pellegrino, eh!!!
Bel percorso e bei gioielli ci porti.

Sara ha detto...

Ciao Giuliano! tu hai capito che mi piacciono tantissimo questi riferimenti al medioevo?
un caro saluto! Sara

roberto ha detto...

Bellissime emergenze storico-naturalistiche! D'altronde la Via Francigena è colma di questi tesori! Anch'io, qualche annetto fa ho percorso il tratto dalla Pieve di Coiano alla Pieve di Chianni e se ben ricordo eravamo in compagnia di un simpatico ragazzo di C.Fiorentino, Giovanni Corrieri, lo conosci? Quella gita l'avevamo organizzata io e la mia compagna ed eravamo una cinquantina di persone,prendemmo tanta di quella pioggia che me la ricordo tutt'ora.