Non esiste una strada verso la felicità la felicità è la strada

giovedì 7 febbraio 2013

I CINQUE MULINI

Escursione di fortuna ma ugualmente bella, che ci ha portato nella vallata del Torrente Capriggine per poi risalire lungo un suo affluente che nei tempi passati riusciva a far lavorare  cinque mulini.
Il territorio si trova tutto nel Comune di Gambassi Terme, sul versante che guarda Volterra e la sua stupenda vallata.Il nostro percorso è iniziato sulla strada che porta a Mommialla borgo anticamente famoso per le terme a base di bagni di fango, dove adesso è stato restaurato un edificio e dove sembra sia stata ritrovata una sorgente di acqua calda.
Dopo qualche chilometro di leggera discesa per una strada sterrata ma ben tenuta siamo arrivati proprio lungo il torrente Capriggine e lo abbiamo costeggiato sino a trovare il suo affluente che scende ora copiosamente dalla collina dove sorge la Fattoria della Striscia. 
Con un pò di difficoltà, siamo riusciti ad attraversare il corso d'acqua e prendere la strada che risalendo con una leggera e costante pendenza ci ha portato fino alla strada asfaltata che collega Gambassi con Volterra e da lì fino a ritrovare il luogo di partenza.

L'acqua ha completamente allagato la strada proprio in prossimità della confluenza del torrente col suo affluente.
Quello che resta del mulino più a valle.



Lago formato dal corso d'acqua che alimentava i mulini

Resti di un altro mulino


Il  terzo mulino


Il quarto mulino



Il nostro corso d'acqua ora abbastanza chiara perchè vicini alla sorgente
Siamo in vista della Fattoria della Striscia


                                                      Ultimo mulino quello più a monte

3 commenti:

Sara ha detto...

Ritorno graditissimo!

Kylie ha detto...

Bellissimo itinerario. Spero un giorno di visitare Volterra e dintorni.

Bacio

Vera Luiza Vaz ha detto...


Meu bisavô paterno tinha um moinho como esses das fotos.
A geografia do Rio Grande do Sul é em muito semelhemnte a muitas paisagens européias.
Lindos lugares! Belas fotos!
Grande abraço, amigo Giuliano!